"
"
 
Ci sono 73 persone collegate

Cerca per parola chiave
 

Titolo




\\ Home Page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
(Inserito da: Redazione il 25/06/2011 alle 03:24:51, in Eventi, linkato 824 volte)
Venerdì 24 giugno 2011 si è svolto presso il Multisala Jolly la prima del film “5 (Cinque)”. Grande successo alla prima in un cinema affollato di amici e di un pubblico incuriosito, a seguire, tutti a festeggiare sulle sponde del Tevere all’Isola del Cinema presso lo spazio “Zero VI Lounge Bar” insieme al cast, tra cui oltre al regista Francesco Maria Dominedò, Matteo Branciamore, Stefano Sammarco, Christian Marazziti, Alessandro Borghi, Giorgia Wurth, Lidia Vitale, Loredana Solfizi, Francesco Arca, Emma Nitti, Giada De Blanck, Louis Siciliano, autore della colonna sonora, il produttore Valter D’Errico, il produttore esecutivo Fabrizio Manzollino e tra gli ospiti Aureliano Amadei, Edoardo Leo, Volfango De Biasi, Federico Costantini, Massimo Virgili, Nicola Canonico, Antonella Salvuccive Valter D’Errico. Evento coadiuvato da Francesca Piggianelli (organizzazione, comunicazione), che proprio il 23 giugno ha ricevuto il premio ANPOE come miglior organizzatrice per Il “Roma VideoClip - Il cinema incontra la musica” e dall’agenzia Reggi & Spizzichino Communication.
Articolo a cura di Francesca Piggianelli
Fotoservizio realizzato da Marco Del Greco e Patrizia Colangeli
Si ringrazia la gentile collaborazione di Francesca Piggianelli
© PerLaComunicazione.com - Riproduzione riservata

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
(Inserito da: Redazione il 23/06/2011 alle 23:54:24, in Eventi, linkato 960 volte)
Una serata di gala al Premio ANPOE (Associazione Nazionale Produttori e Organizzatori Eventi) “La Furrina” 2011 con un Grande Evento di Spettacolo, Sport, Musica e Moda con le modelle e le coreografie di Ida Maggio. Svoltosi a Roma presso l’Auditorium Conference Center SGM, ideato e prodotto da Fabrizio Borni e Fabrizio Pacifici. Un premio che può essere definito l’Oscar degli eventi. Infatti, con il patrocinio del Consiglio della Regione Lazio, della Provincia di Roma e quest’anno dell’Università Sapienza, sono stati assegnati prestigiosi premi divisi in sezioni: eventi di spettacolo e mondanità, eventi di sport e di cultura sportiva, ufficio stampa e comunicazione, eventi didattici e formativi, aziende e professionisti, ricevimenti e congressuale, trasmissioni radiofoniche, eventi di musica, eventi di utilità sociale e beneficenza. A questi si aggiungono vari riconoscimenti al merito e due premi speciali, uno per il cinema ed un premio cultura delle nuove professioni. Molti gli ospiti e testimonial presenti, tra i premiati Francesca Piggianelli per l’evento “VideoClip - Il cinema incontra la musica”, l’attrice, giornalista e conduttrice televisiva Antonella Salvucci, l’attore Enio Drovandi, icona del cinema e della televisione degli anni ‘80. Il premio speciale per il cinema va a Vincenzo Bocciarelli, primo attore europeo protagonista di una grande produzione Bollywoodiana “La strada dei colori”. Fabrizio Grassetti ideatore di numerosi appuntamenti dedicati alla AS Roma e premio speciale per IES radio per la trasmissione “GoodMorning Roma” con Angelo Nicotra e Valentina Catoni. A presentare la serata la “Stella del web” Giuliana Ubertini.
Articolo a cura di Stefano Del Greco
Fotoservizio realizzato da Patrizia Colangeli
Si ringrazia la gentile collaborazione di Francesca Piggianelli
© PerLaComunicazione.com - Riproduzione riservata

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
(Inserito da: Redazione il 23/06/2011 alle 19:21:50, in Eventi, linkato 751 volte)
In un giorno come tanti ci si incontra a Casa di CiRCe, nella cornice di inizio estate di un Esquilino assolato e caldo. Oggi si celebra la quotidianità. L’opera prima di Loredana Sorrentino è un inno alla quotidianità, quella non sciupata dalla facile monotonia, compagnia della noia che sembra far perdere il significato intimo nella vita di ogni giorno. Loredana ci racconta un giorno come tanti: un giorno passato oppure l’oggi stesso, una passeggiata all’interno della sua esistenza. Apparentemente! Perché in realtà ci ritroviamo accanto a lei sul treno ed osserviamo paesaggi, persone trascinate via dalla sonnolenza di un mattino qualunque e chiamati dai suoi occhi a vivere avidamente anche quella giornata. Quindi, ci accorgiamo, pian piano, che il viaggio che abbiamo intrapreso non racconta semplicemente le sue emozioni o i suoi ricordi, ma si fa specchio dei nostri. Attraverso le pagine di questa giornata anche noi abbiamo la possibilità di “incontrare” le storie di ognuno: quella di Claudio, quella di Laura, quella dell’avvocato, quella di Elena e soprattutto quella di Cinzia e in fondo la nostra stessa storia. Sono tutte narrate con delicatezza, con empatia a volte con tristezza o semplice amarezza, ma soprattutto con un grande desiderio di condivisione. La stessa disposizione d’animo la ritroviamo in quell'osservazione ammirata e doverosa di paesaggi, monumenti, pubblicità, le stesse che ciascuno di noi, in un giorno come tanti vede, forse guarda, ma non osserva. Tutto avviene nell’arco di una giornata, una come tante, ma ciascuna nella sua pienezza. Loredana, Presidente dell’Associazione Culturale CiRCe, chiude con sobrietà ed eleganza un anno di vita dell’associazione stessa, dove le parole chiave: ascolto, relazione, osservazione e condivisione diventano fondamentali per uno scrittore che vuole raggiungere il proprio lettore comunicandogli la propria esperienza. Loredana ci è riuscita pienamente, facendo diventare ogni parola un’immagine, l’immagine di un giorno come questo. Il nostro. Tra le varie personalità accorse all’invito di Loredana, anche il pittore Mimmo Antico, che proprio in questi giorni sta esponendo le sue opere proprio nella sede romana dell’associazione.
Articolo a cura di Nancy Antonazzo
Fotoservizio realizzato da Marco Del Greco
© PerLaComunicazione.com - Riproduzione riservata

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
(Inserito da: Redazione il 23/06/2011 alle 15:55:24, in Eventi, linkato 836 volte)
Fare cinema indipendente vuol dire fare i conti con budget e tempo limitati, con problemi organizzativi, meramente logistici e di reperimento del cast al di fuori dei grandi nomi. D’altro canto però, essere svincolati da produttori estremamente esigenti e influenze esterne al processo creativo, permette una grande libertà di sperimentazione. Se poi il film è girato con amici, finanziato da un attore che crede tanto nel progetto da investirci personalmente, e supportato da un quartiere intero, allora il progetto è già per metà riuscito. Dal 24 giugno nelle sale esce “5 (Cinque)”, regia di Francesco Maria Dominedò, prodotto da Valter D’Errico con Matteo Branciamore, Stefano Sammarco, Christian Marazziti, Alessandro Tersigni e Alessandro Borghi ad interpretare i cinque amici protagonisti di questo “fumettone”, come lo definisce scherzosamente Dominedò. Il film, tratto da una storia vera, è ambientato al Quarticciolo, quartiere popolare di Roma. I cinque protagonisti si conoscono al riformatorio, dove stringono un patto di sangue a suggellare la loro amicizia. Anni dopo i cinque si ritrovano per le mani un affare più grande di loro: una rapina, milioni di Euro, una valigetta dal contenuto misterioso. Da qui la spirale in discesa, il traffico di droga, la perdita di controllo, la caduta libera.“Il film è stato realizzato con pochi soldi, meno di 400.000 Euro, il costo di 15 minuti di un film italiano, e tutti sono stati pagati”, precisa Dominedò. “Con il pretesto di un gangster movie volevamo fare un film sulle scelte, sull’amicizia, non sul sociale”, dice sempre il regista, “non avevamo un ufficio, usavamo quello che c’era, ci appoggiavamo spesso da amici. Avevamo poco tempo, pochi soldi e dovevamo girare circa 15 scene al giorno, una corsa folle”. Il film non ha avuto nessun finanziamento statale, né dalle tv, Valter D’Errico ha messo tutto di tasca sua, chiedendo prestiti alle banche, ai parenti “e si è venduto pure la macchina e l’orologio. Il film rimanda molto a ‘Romanzo criminale’, è vero, ma non è a quello che mi sono ispirato, ma ai poliziotteschi degli anni ‘70, a Fernando Di Leo”. A chi insiste con il paragone con “Romanzo criminale” e su alcune lacune narrative il regista risponde, con grande umiltà e scioltezza: “Quello è un grande film, con un grande cast, un grande budget. Noi siamo un piccolo film, questa è un’opera prima, e a causa dei limiti di tempo alcuni passaggi sono stati semplificati”.Scherza molto Dominedò, Branciamore e gli altri lo seguono complici, in un’atmosfera gioviale ma anche emozionata. “Io mi sono divertito molto”, dice Branciamore, “lo rifarei cento volte. Purtroppo in Italia se fai ‘I Cesaroni’ sei Marco Cesaroni a vita. Ma è un problema di molti, non sono certo il primo”. Nel cast anche Giorgia Wurth, che interpreta Lissy “una perdente, un ruolo che mi è piaciuto molto. I vincenti sono antipatici”, Emma Nitti, nota anche come Grace Hall, star del burlesque italiano, cantante e attrice, Francesco Arca, Angelo Orlando, Francesco Venditti, Giada De Blanck. Il film, con la dovuta cautela, ricorda un po’ Tarantino: i contorni netti, le scene assurde, estremizzate, un po’ pulp. Un film di pancia, con i suoi pregi e i suoi difetti. Una sfida, un’impresa tosta a cui tutti hanno partecipato, in cui tutti hanno creduto e investito, soprattutto Valter D’Errico: “La realizzazione del film ha richiesto molta fatica, tanta fiducia, ma per l’arte, per il cinema, questo è dovuto”.
Articolo a cura di Francesca Pavano di Lab Creativity
Fotoservizio realizzato da Marco Del Greco
Si ringrazia la gentile collaborazione di Francesca Piggianelli
© PerLaComunicazione.com - Riproduzione riservata

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
(Inserito da: Redazione il 22/06/2011 alle 23:36:04, in Eventi, linkato 1090 volte)
In occasione della ricorrenza del 4° anno dell’apertura del Centro polisportivo Heaven Sporting Club di via Frascineto in zona Casal Morena in Roma, il Presidente sig. Massimiliano Ricci contornato dal numeroso staff organizzativo, amministrativo e sportivo ha voluto festeggiare l’anniversario indicendo una mega fantastica iniziativa per coronare l’evento stesso. Presenti i numerosi iscritti all’associazione sportiva che, vanta diverse discipline rivolte allo sport, alla salute e al benessere personale. Il tutto è iniziato nel pomeriggio con lezioni all’aperto presso il bordo della piscina estiva. Il top della festa si è rivelato in serata con l’arrivo degli ospiti che sono stati accolti dalla voce melodiosa di Stefania Febbi, direttore artistico di Dimenzioni Eventi, che ha presentato la serata e dall’abile e graziosa trampoliere Federica che si è immedesimata nel ruolo fantasioso de “l’angelo della notte”. Ai presenti, è stato offerto un raffinato aperitivo dall’Heaven Sporting Club ed in seguito l’atmosfera è diventata magica con l’arrivo di Kira (Silvia) la “donna del fuoco” che con le sue esibizioni incandescenti ha creato, attorno a se, attimi di suspense. La serata ha avuto il suo corso accompagnata da brani musicali introdotti dal DJ Massimiliano Imperiali di Golden Animation di Guidonia mentre l’intrattenimento e le esecuzioni di balli latino americani sono stati affidati all’abile insegnante Luciano Piri, direttore di Energy Dance Accademy. La serata festosa si è conclusa rivolgendo dei sentiti ringraziamenti agli intervenuti per la loro partecipazione entusiasmante e continuando con un appello indirizzato agli ospiti non soci, di tornare a visitare il centro polisportivo, dove operatori preposti all’accoglienza, con professionalità e gentilezza, potranno fornire qualsiasi delucidazione a riguardo, per eventuali iscrizioni associative.
Articolo a cura di Giuseppe Del Greco
Fotoservizio realizzato da Patrizia Colangeli
© PerLaComunicazione.com - Riproduzione riservata

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
(Inserito da: Redazione il 19/06/2011 alle 15:02:15, in Eventi, linkato 851 volte)
Anche in questa terza domenica del mese si è svolto l’incontro di possessori di vetture d’epoca, multi marche di diverse età, presso l’area di servizio Settebagni Interna del Grande Raccordo Anulare. Voluto e realizzato dai soci del Club Fan Auto di Roma fin dal lontano ‘97, l’appuntamento vede partecipare diversi possessori di mitiche vetture anche appartenenti ad altri club. Il Presidente sig. Fabio Roberti invita ad aderire all’iniziativa mattutina al fine di ampliare le conoscenze tra possessori ed estimatori delle mitiche e per condividere la passione che li accomuna.
Articolo a cura di Patrizia Colangeli
Fotoservizio realizzato da Patrizia Colangeli
© PerLaComunicazione.com - Riproduzione riservata

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
(Inserito da: Redazione il 18/06/2011 alle 23:54:08, in Eventi, linkato 912 volte)
È arrivato puntuale anche quest’anno l’atteso appuntamento con Roma Vintage. L’evento, fino al 15 agosto al Parco San Sebastiano, nasce per allietare l’estate romana e permette di compiere un tuffo nel passato con concerti, mercatini, live, djset, interamente dedicati ai passati decenni; tutto avrà un unico comune denominatore: il vintage. All’interno del parco, situato tra le Terme di Caracalla e l’Appia Antica, è allestito un villaggio cui si può accedere liberamente e in maniera del tutto gratuita. Messi a disposizione degli ospiti del villaggio una serie di strutture e servizi: punti di ristoro, aree dedicate ai concerti live ed alle serate dance, un’area sport, un’area bambini, un’area espositiva e un’area dedicata alle rassegne cinematografiche. Roma Vintage quest’anno ospica artisti quali i Modena City Ramblers e Marlene Kuntz insieme a jazz band e gruppi stranieri. Non mancheranno tributi ai Beatles e ad altri artisti degli anni ‘70 e ‘80. In più, oltre alla musica, agli spettacoli e al live set, Roma Vintage propone anche una vasta area dedicata ai mercatini e allo shopping: Happy Sunday Market, Vintage Market e il Mercatino Giapponese sono le proposte per l’edizione 2011 di questa rassegna estiva. Uno scenario ricco di eventi dunque come il sabato sera appena trascorsa con il Circolo Degli Artisti & Radio Città Futura allo “Screamadelica Summer Season - Faithful To Rock” e le filate moda della Ducci Enterprise.
Articolo a cura della Redazione di Paper Blog
Fotoservizio realizzato da Patrizia Colangeli
© PerLaComunicazione.com - Riproduzione riservata

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
(Inserito da: Redazione il 17/06/2011 alle 19:14:18, in Eventi, linkato 954 volte)
La XXXI edizione del Fantafestival (Mostra Internazionale dei Film di Fantascienza e del Fantastico), diretta da Adriano Pintaldi e Alberto Ravaglioli, grande omaggio al cinema fantastico comico italiano ha avuto l’onore di premiare presso la Casa del Cinema di Villa Borghese in occasione della rassegna Fantaitaly, il grandioso Renzo Arbore. Tra i venti titoli in rassegna è stato proiettato anche “Il Pap’occhio”, esordio dietro la macchina da presa di Arbore. Nella giornata odierna proprio in occasione della proiezione del film, davanti al suo pubblico, è stato consegnato un Premio alla Carriera. Nel film il Papa Giovanni Paolo II (Manfred Freyberger) convoca Arbore e lo incarica di mettere in scena “Gaudium Magnum”, show musicale per la TV vaticana. Durante le prove le gag si susseguono spudoratamente finché interviene il Padreterno che manda tutto a catafascio con una felliniana sfera di ferro che fa precipitare tutti nelle viscere della Terra. Il film è composto da un cast eccellente con Roberto Benigni, Diego Abatantuono, Andy Luotto, Silvia Annichiarico, Le Sorelle Bandiera, Mario Marenco, Isabella Rossellini, Luciano De Crescenzo, Martin Scorsese. Il film uscito nei cinema con successo negli anni ‘80, fu sequestrato per vilipendo della religione di Stato e poi dissequestrato nel 1982, è stato riedito nel 2010 in DVD. Durante la rassegna Fantaitaly il film è stato applaudito per ben 10 minuti. Il Fantafestival è realizzato con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Direzione Cinema, della Regione Lazio Assessorato alla Cultura Arte e Sport, di Roma Capitale Assessorato alle Politiche Culturali, in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia - Cineteca Nazionale.
Articolo a cura di Stefano Del Greco
Fotoservizio realizzato da Marco Del Greco
Si ringrazia la gentile collaborazione di Francesca Piggianelli
© PerLaComunicazione.com - Riproduzione riservata

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
(Inserito da: Redazione il 16/06/2011 alle 13:12:28, in Eventi, linkato 918 volte)
La Campania dà il benvenuto a tutti coloro che intendono esplorala per scoprirne i tesori che ogni luogo offre ai suoi ospiti. Vi guideremo in un viaggio, per apprezzarne i reperti archeologici, i monumenti, le tradizioni gastronomiche e folcloristiche che rivelano radici antiche e molteplici dovute alla presenza di popoli di varia etnia che nel corso dei millenni si sono avvicendati sul territorio. Potrete constatare personalmente che questi fattori hanno creato un sostrato culturale che, mixato con le bellezze naturalistiche, rendono unico il luogo d’Italia. Inizieremo con Pompei, per poi spostarci sulla costiera amalfitana e sull’isola di Capri per poi terminare con le fastose e imponenti bellezze di Napoli. Ciò che affascina di Pompei e lo rende, dal punto di vista storico ed artistico, un luogo unico al mondo è la possibilità di poter ricostruire, passo dopo passo, lungo le vie lastricate di basalto lavico, la vita quotidiana degli abitanti di una città che un evento catastrofico, come l'eruzione del Vesuvio nel ‘79 d.C., ha reso immortale. La città, inoltre, attira milioni di turisti all’anno anche per la presenza del Santuario della Beata Vergine dei Santo Rosario, una Basilica che raccoglie migliaia di ex-voto e che gode di una particolare venerazione da parte dei cattolici di tutto il mondo. La Costiera Amalfitana è uno degli angoli più affascinanti e suggestivi del mondo. Situata a Sud della Penisola Sorrentina è stretta a nord dai Monti Lattari e a Sud dal Golfo di Salerno. I paesi più famosi della Costiera Amalfitana sono Positano, Ravello e Amalfi ma ci sono tanti altri piccoli borghi tutti da scoprire come Atrani, Cetara, Minori, Maiori e Conca dei Marini. Positano è chiamata la città verticale. Le case infatti si arrampicano sulla roccia e le strade sono fatte per la maggior parte da ripide scalette. Vista dal mare Positano assomiglia a un presepe. Camminando per le strette stradine noterete la grande quantità di boutique che vendono i famosi vestiti di Moda Positano: costumi, abitini estivi e anche tipici abiti da sposa. Proseguendo lungo la costa si giunge ad Amalfi, un tempo una della maggiori potenze marinare continuamente in guerra con gli altri paesi, ora tranquilla località che accomuna i resti storici con una straordinaria bellezza naturale. Amalfi si estende tra i monti Lattari e il mare. Assolutamente da visitare è il Duomo, posto nella piazza principale di Amalfi sopra a una scenografica scalinata. Durante la vostra visita ad Amalfi trovate qualche minuto per acquistare qualche foglio di preziosa carta di Amalfi. Ad Amalfi sono ancora in funzione le vecchie cartiere dove la carta di Amalfi è ancora fatta a mano. Sorrento, la più bella e famosa località della penisola sorrentina, contornata da paesi altrettanto ameni e caratteristici (Vico Equense, Meta, Piano di Sorrento). È tradizionale centro di villeggiatura con molti alberghi immersi nel silenzio e circondati dal verde degli aranceti, dei parchi e dei giardini, da cui è possibile raggiungere un mare limpido che s’inoltra in pittoresche insenature. Interessanti sotto il profilo storico-artistico il Duomo, il Sedile Dominova e il Museo Correale di Terranova dove si conservano pitture ed oggetti dei secoli XVII e XVIII. Il nome di Sorrento è legato anche ad una raffinata produzione di merletti e legni intarsiati. Capri, definita l’isola gioiello del golfo, celebre in tutto il mondo per la Grotta Azzurra, i Faraglioni, la flora stupenda, il panorama bellissimo, il clima delizioso in tutte le stagioni. Conserva affascinanti testimonianze del suo lontano passato, resti delle mura di fortificazione dell’Acropoli greca (VI-V sec. a.C.), i Bagni di Tiberio, la Villa Iovis (palazzo di Tiberio) e la Torre del Faro. L’architettura più recente è rappresentata dalla Certosa di San Giacomo (1371) con chiostrino e chiostro grande (‘400 e ‘500), e dalla Parrocchiale di Santo Stefano (secolo XVII) che affaccia le sue forme barocche sulla civettuola e famosissima “piazzetta”. Comprende due Comuni: Capri ed Anacapri. Qui sono interessanti la Chiesa di San Michele, edificata nel 1719 su disegno del Vaccaro; la Villa San Michele, costruita su rovine di età romana dal medico e scrittore Axel Munthe (magnifico giardino e stupenda vista del panorama da Ponza all’Appennino e alla Calabria) e la Villa Imperiale romana, ruderi di imponente struttura archeologica. Assai interessante la varietà della tipica flora mediterranea. La piccola piazza è tutta chiusa e raccolta come un cortile. Essa è cinta dalla Torre dell’Orologio, forse torre campanaria dell’antica cattedrale, dagli uffici pubblici cittadini (situati nei locali dell’ex palazzo vescovile) e da negozi e caffè; le fa da quinta il pittoresco fianco sinistro della chiesa di Santo Stefano. Napoli, qui palazzi, chiese, musei, centri di cultura, castelli, splendide ville, fontane, piazze, edifici meravigliosi si susseguono e propongono il meglio di un panorama artistico con rari uguali al mondo. Tanta ricchezza consiglia di assumere le necessarie informazioni presso gli uffici turistici presenti in diverse zone della città. Napoli, in definitiva, è un immenso scrigno che si estende dall’arenile di Cordoglio, ad ovest, a quello di San Giovanni, ad est, per scavalcare le colline e raggiungere il limite meridionale della Pianura Campana: tocca al visitatore scoprirlo strada per strada, monumento per monumento. Visitare Napoli significa anche e soprattutto “viverla”, e ciò non si realizza del tutto se non si viene a contatto col suo “colore”, che, si badi, non è decadenza di costumi, né degenerazione metropolitana della propria cultura. È invece il protrarsi incorrotto nei secoli delle tradizioni. L’arte orafa; l’artigianato dei liutai e dei maestri che danno vita a capolavori in ferro battuto o in legno; la genialità dei pastorai, capaci di trarre dall’argilla vita e forma di figure e costumi dei secoli passati; i capolavori dei ceramisti di Capodimonte, ne sono più i più classici esempi. È nel clima del “colore” napoletano che trovarono ispirazione artisti come Sammartino, musicisti come Mozart. Sono soltanto alcuni esempi, ma sufficienti a comprendere le radici della cultura e dell’artigianato napoletano. Ancora prima dei visitatori del Grand Tour, furono gli antichi Greci e Romani a scoprire le bellezze naturali di Napoli: il suo mare, le sue colline, il suo clima mite, gli scorci panoramici di struggente bellezza. Nei toponimi ne è conservata la memoria: Mergellina per Mar ialinum (mare trasparente), Posillipo per Pausis lypè (cessazione del dolore), Chiatamone per Platamon (litorale pianeggiante), e certamente la visita alla città lascia sempre il ricordo dolcissimo di un’alba vista dalla collina di San Martino, di un rosso tramonto che vivifica Castel dell’Ovo, della luce intensa che nelle ore diurne accende di riflessi argentei il mare di via Caracciolo. Perfino nelle ore notturne Napoli ha una bellezza non artificiale, che va oltre i fili di perle dell’illuminazione e lascia scoprire angoli meravigliosi e inaspettati; attimi improvvisi di splendore naturale e i volti insospettati d'una bellezza antica mai sfiorita.
Articolo a cura di Patrizia Colangeli e della redazione di Penisola.it
Fotoservizio realizzato da Patrizia Colangeli
© PerLaComunicazione.com - Riproduzione riservata

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
(Inserito da: Redazione il 14/06/2011 alle 19:37:34, in Eventi, linkato 809 volte)
Oggi alle 14,30 circa è stato proiettato presso il Teatro 9 degli Studi di Cinecittà il film pluripremiato “18 Anni Dopo” opera prima del regista, attore e sceneggiatore Edoardo Leo che, a fine proiezione ha incontrato gli allievi dell’ACT Multimedia di Cinecittà insieme al bravo attore e sceneggiatore Marco Bonini. Mirko (Edoardo Leo) e Genziano (Marco Bonini) sono due fratelli che non si vedono e non si parlano dal momento in cui la madre, di origini inglesi, morì tragicamente in un incidente stradale in cui furono coinvolti anche loro poco più che diciottenni. Da allora Genziano è andato a vivere a Londra dal nonno Henry e lavora come broker finanziario, diventando un uomo di successo. Mirko invece è rimasto a Roma: lavora con il padre in un’officina malandata e vive in una modesta casa di periferia con la moglie Mirella (Sabrina Impacciatore), e il loro bambino Davide. Diciotto anni dopo muore il padre e nelle sue ultime volontà scrive che siano i figli a portare le sue ceneri sulla tomba della madre che riposa in un piccolo cimitero di un paesino della Calabria, vicino alla loro casa al mare dove la donna perse tragicamente la vita. I due fratelli si rincontrano e seguono alla lettera il testamento che li obbliga a fare il viaggio con la vecchia spider, restaurata di nascosto dal padre dopo l’incidente. Il film ha riscosso successo in tutto il mondo, tra i tanti premi vinti citiamo “Ibiza International Film Festival”, “Festival du Cinèma Italien de Bastia”, “Italian Film Festival of St.Louis”, “AmnecyCinema Italien”, “Cinema Mediterraneen Montpellier”, “Est Film Festival”, “Baff 2011”, “Global Film Fest”, “Magna Graecia Film Festival”, “Roma Indipendent Film Festival”. Tra le Nomination 2011: “Ciak D’Oro”, “David di Donatello”, “Italien Online Movie”, “Nastri D’Argento”. I ragazzi dell’ACT Multimedia anche questa volta, grazie al vivo interesse di Francesca Piggianelli di voler portare a testimonianza attori e registi affermati, hanno potuto avere una lezione “eccellente” discutendo apertamente di tematiche specifiche di realizzazione di questo film. Interessanti i retroscena di realizzazione che grazie alla loro ironia hanno saputo sdrammatizzare anche situazioni alquanto “inusuali”. Presto sia Edoardo Leo che Marco Bonini li ritroveremo al cinema, come attori che nei panni di registi.
Articolo a cura di Stefano Del Greco
Fotoservizio realizzato da Marco Del Greco
Si ringrazia la gentile collaborazione di Francesca Piggianelli
© PerLaComunicazione.com - Riproduzione riservata

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2
< dicembre 2018 >
L
M
M
G
V
S
D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
           

Titolo
Arte (1)
Attualità (2)
Cinema & Tv (1)
Comunicazioni (3)
Eventi (469)
Motori (1)
Notizie (131)
Pogea Racing (1)
Pubblicazioni (7)
Roma Cavalli (1)
Romeo Ferraris (1)
Sagre (1)
Tendenze (2)
Viaggi (1)

Catalogati per mese:
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018

Gli interventi più cliccati

Titolo
Logo (1)

Le fotografie più cliccate

Titolo



12/12/2018 @ 13:07:19
script eseguito in 116 ms